Nomi di riciclatori di denaro: cambiamenti nel ministero delle finanze, altri intervistati

L’Alta Corte di domenica ha espresso la sua rabbia per gli intervistati, tra cui il ministero delle finanze e la Banca del Bangladesh, poiché non hanno presentato alcun rapporto conforme al suo precedente ordine che cercava i nomi dei cittadini del Bangladesh che depositavano denaro nelle banche della Svizzera (banche svizzere) e quali misure sono state prese per riportare quei soldi.

Il banco dell’Alta Corte di giustizia Md Nazrul Islam Talukder e Giustizia SM Mozibur Rahman ha detto, ” Questa corte ha chiesto agli intervistati di presentare un rapporto sui riciclatori di denaro come una dichiarazione giurata. Ma nessuno degli intervistati tranne l’IGP ha presentato alcun rapporto, perché? Perché non hanno inviato alcun rapporto alla corte?”

La corte ha anche detto: “Questa è una questione molto delicata. Questo non è come gli altri casi. Una grande quantità di denaro della gente comune è stata riciclata all’estero. Vogliamo vedere che passo è stato fatto contro i riciclatori. È dovere degli intervistati informare la corte sui loro passi. Quindi gli intervistati sono tenuti a rispettare l’ordine del tribunale. Vogliamo sapere chi sono quelle persone, organizzazioni ed entità.”

In precedenza, il 28 febbraio di quest’anno, l’Alta Corte voleva conoscere i nomi dei cittadini del Bangladesh, delle società e di altre entità che hanno depositato denaro nelle banche straniere, in particolare nelle banche della Svizzera e quali misure sono state prese per riportare quei soldi.

Il segretario delle finanze, il segretario del PMO, il segretario del commercio, il segretario degli esteri, il ministro degli interni, il segretario della legge, l’ACC, il governatore della banca del Bangladesh, l’IGP e altri intervistati erano stati invitati a rispettare l’ordine entro il 18 aprile.

Ma tra gli intervistati solo l’IGP ha recentemente inviato un rapporto sui riciclatori di denaro che è stato posto in tribunale domenica. Gli altri intervistati non hanno nemmeno inviato alcuna conformità sul problema.

Il consiglio di stato, Vice Procuratore generale AKM Amin Uddin Manik, non ha potuto dare alcuna risposta soddisfacente sul motivo per cui gli altri intervistati non hanno rispettato l’ordine del tribunale.

Mr Manik ha detto, ” Stiamo cercando di comunicare con gli intervistati. Tutto è stato fermato per molto tempo a causa della situazione Covid-19. Gli intervistati affrontano difficoltà durante questo periodo. Inoltre non potevamo comunicare con loro.”

In una fase dell’udienza il vice procuratore generale ha cercato un mese di tempo per gli intervistati. Quindi la corte ha fissato il 21 novembre come data dell’udienza successiva e ha chiesto agli intervistati di conformarsi all’ordine precedente entro questo termine.

Due avvocati della Corte Suprema, Abdul Kaiyum Khan e Subir Nandi Das, ha presentato una petizione nel febbraio 01 quest’anno con l’Alta Corte che cerca la sua direttiva sugli intervistati di adottare misure appropriate per riportare il denaro riciclato da banche estere, tra cui le banche svizzere.

A seguito della petizione, l’Alta Corte il 28 febbraio ha emesso un ordine con una sentenza.

Nella sentenza la corte voleva sapere dai rispondenti perché il loro fallimento e la loro inazione nel provvedere al recupero di grandi quantità di denaro riciclato da cittadini del Bangladesh o da società o altri enti che sono stati secretati e depositati in banche straniere e in particolare in banche svizzere non dovrebbero essere dichiarati illegali.

Nella sentenza la corte ha anche voluto sapere dagli intervistati sul motivo per cui non dovrebbe essere data una direzione agli intervistati per avviare un’indagine immediata su società e cittadini del Bangladesh e altre entità i cui nomi sono stati divulgati nelle perdite di Panama Paper e Paradise Paper e per presentare una relazione sui progressi davanti a questa corte in ogni mese.

La corte voleva anche sapere perché non dovrebbe essere emessa una direzione per formare una squadra investigativa speciale per agire come cane da guardia per combattere la corruzione e il riciclaggio di denaro al fine di monitorare, osservare e controllare tutte le questioni relative al riciclaggio di denaro esistente o precedente da parte di cittadini o aziende del Bangladesh.

Ma gli intervistati non hanno rispettato la sentenza anche se sono già passati otto mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *