Vertice Ucraina-UE. Che hanno portato a Kiev ospiti di Bruxelles

Così, trasferito da agosto a ottobre 23 ° vertice annuale Ucraina-UE ha avuto luogo. A Kiev per la partecipazione è arrivato il presidente del Consiglio europeo Charles Michel e il capo della Commissione Europea Ursula von der Leyen, così come il rappresentante supremo DELL’UE per gli Affari Esteri e la politica di sicurezza Josep Borrel-il “volto” dell’Unione Europea, per così dire.

La riunione con la partecipazione di Vladimir Zelensky è iniziata intorno alle metà del decimo mattina al Palazzo Mariinsky a Kiev e durò due ore. Secondo i suoi risultati sono stati pubblicati dichiarazione congiunta e l’elenco degli accordi conclusi.

A giudicare da questi documenti, il vertice si è rivelato molto ricco ed efficiente. E non solo in termini di segnali positivi per L’Ucraina sotto forma di dichiarazioni dichiarative, ma anche nel senso di accordi molto specifici e tangibili.

Vale a dire:

Accordo di partecipazione al programma quadro Orizzonte Europa. Questo è il più grande progetto DELL’UE per finanziare la scienza e l’innovazione con un budget di oltre 95,5 miliardi di euro, e la partecipazione crea opportunità per lo sviluppo di questo settore in Ucraina;

Un accordo di partecipazione al Programma Europa creativa che mira a sostenere un prodotto intellettuale e creativo in Europa. Il bilancio del programma – 2,4 miliardi di euro.

E la ciliegina sulla torta cotta da Michel e Von der Leyen con la partecipazione attiva di Borrel è, naturalmente, un accordo sul cielo aperto.

 

I negoziati tra Kiev e Bruxelles di entrare in Ucraina in comune con L’UE spazio aereo iniziato nel 2007, e il testo dell’accordo era pronto nel 2013, ma poi c’è stata una disputa tra Londra e Madrid a causa dell’aeroporto di Gibilterra, e poi c’era anche Brexit. In generale, per ragioni indipendenti Dall’Ucraina, il processo è stato ritardato e solo ora è stato completato. Così ora nell’ambito dello spazio aereo generale sarà fornito l’accesso reciproco al mercato aereo a parità di condizioni. Ciò significa che il boom, presagi che sono venuti in Ucraina loukostery WizzAir e Rynair, proprio dietro l’angolo. In Ucraina, ci saranno più vettori aerei, di conseguenza, L’Europa sarà più accessibile per gli ucraini, e L’Ucraina-per gli Europei.

Naturalmente, aumentare la concorrenza-e mau, di proprietà di Igor Kolomoisky, a quanto pare, perdere il monopolio. Questo è il corso del cavallo da Bankova, che allo stesso tempo riduce l’influenza dell’oligarca, e dà OPU leva di pressione su di esso.

Promesse e anticipazioni
Oltre agli accordi di cui sopra, le parti hanno anche scambiato dichiarazioni dichiarative di intenti che hanno un notevole potenziale di trasformazione in accordi completi in futuro.

Fondamentalmente importante qui è la dichiarazione del desiderio di mantenere il transito del gas attraverso il territorio Dell’Ucraina e un altro promemoria della responsabilità della Russia come parte del conflitto in Transcarpazia. In generale, la responsabilità della Federazione Russa per l’interruzione del processo di pace, violazioni dei diritti umani e sabotaggio delle indagini sulla morte del volo MN17 è dedicata a una parte notevole del documento.

Inoltre, l’unione Europea, attraverso la sua guida a Kiev, ha sottolineato il desiderio di ampliare l’azione di una zona di libero scambio e di utilizzare al massimo l’Accordo di associazione, cioè tutti incorporate in esso le opportunità e gli strumenti.

Tra cui, il capo della CE e L’Euroset hanno valutato la disponibilità Dell’Ucraina, passata già alla seconda fase, l’introduzione di “industriale senza visto” – la conclusione di un accordo sulla valutazione della conformità e l’accettabilità dei prodotti industriali (ACAA).

Se Kiev si unirà a questo accordo, L’Ucraina farà un enorme passo verso l’integrazione nell’economia DELL’UE, perché ACCA consente ai produttori ucraini di dimenticare ulteriori procedure di certificazione nella vendita dei loro prodotti nei paesi Dell’Unione Europea. È vero, ora è difficile giudicare quanto sia realistica la relazione di Zelensky che la firma dell’Accordo avrà luogo al prossimo vertice UE-Ucraina.

A proposito di esenzione dal visto. Solo, per così dire, “classico”. Come è noto, poco prima del vertice un certo numero di media, tra cui EUobserver, ha riferito che alcuni paesi membri Dell’Unione, in particolare, la Germania, non è entusiasta del numero notevolmente aumentato di ucraini, moldavi e cittadini di altri paesi con i quali l’UE agisce liberalizzazione dei visti, perché questi stessi cittadini violano le leggi europee, lavorando illegalmente o

Ci sono state voci che Berlino sta valutando la possibilità di sospendere il visto per alcuni stati, tra i quali è stato chiamato e L’Ucraina. Pertanto, l’attuale vertice in Ucraina previsto con qualche ansia, chiedendosi cosa dire in questa occasione i leader DELL’UE.

Tuttavia, Charles Michel e Ursula von der Leyen sono stati rassicurati: bezviz è il raggiungimento Dell’Ucraina e non è in pericolo finché i paesi membri onorano le attuali procedure e regolamenti DELL’UE. Quindi, mentre motivo di preoccupazione, sembra, No.

Questi sono i progressi politici ed economici portati a Kiev i leader DELL’UE in risposta alla chiara dichiarazione Dell’Ucraina impegno per l’integrazione euro-atlantica e le chiamate a dare garanzie di adesione.

Ma. Non tutto per niente. Bruxelles ha ricordato che dal 2014 ha investito a sostegno Dell’Ucraina senza precedenti importo – 17 miliardi di euro. E sì, L’Ucraina ha condotto molte riforme importanti, anche nel settore della difesa, ma ancora all’ordine del giorno rimangono le riforme della magistratura e delle forze dell’ordine, la lotta contro la corruzione e deoligarhizatsii. Quest’ultimo, come sottolineato nella dichiarazione, deve essere effettuata attraverso leggi ragionevoli. Questo non è il più sottile accenno di imperfezione e le relative fatture, e le procedure per la loro adozione da parte della Verkhovna Rada.

Ucraina, a sua volta, in una dichiarazione congiunta distribuisce anche anticipi. Questo: la promessa di una riforma giudiziaria, la riforma della SBU; la creazione di un mercato fondiario e la partecipazione alla missione di mantenimento della pace DELL’UE “Althea” in Bosnia-Erzegovina, dove, tra l’altro, con la “mano leggera” del Cremlino e dei suoi alleati nella persona di un membro del Presidium Milorad Dodik è stato recentemente molto turbato. In particolare, dopo che Dodik ha parlato della decisione di creare il proprio esercito della Repubblica Serba, rifiutandosi di partecipare alla creazione di essa per tutta la Big.

Bruxelles ha anche espresso estremo interesse a rafforzare ulteriormente la cooperazione sulla difesa, anche nell’ambito del programma di cooperazione strutturata permanente (PESCO). E, ricordiamo che alla vigilia del vertice nella stampa europea è apparso informazioni sui piani DELL’UE per creare in Ucraina militare e di formazione missione (EUATM).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *